Rimbocchiamoci le maniche, tutti insieme: e i quarantenni ?


Tutti assieme, compagni e amici, con intelligenza, con convinzione, con entusiasmo, con passione rimbocchiamoci le maniche e prepariamo giorni migliori per l’Italia“.

Pier Luigi Bersani ha concluso così il suo discorso ieri a Torino. Stamattina, leggendo “Il Post” online ho capito che è stato preparato un documento da parte di alcuni dirigenti nazionali e regionali quarantenni del PD. Per “cambiare strada”.
Ma la capacità del PD e dei suoi dirigenti di essere coesi e tenere una decisione, una linea dura un attimo oppure c’è la speranza di costruire qualcosa senza che subito ci sia qualcuno che distrugga. Riusciamo solo a costruire sulla sabbia?

Poi, in questo documento, c’è una frase (in cui senza avere l’onestà intellettuale di citarlo in maniera esplicita si riferiscono a Walter Veltroni) che è veramente solo polemica sterile ed ingenerosa, direi perfino una cattiveria scritta da chi non sa pensare niente di meglio:

Un partito nato all’insegna della subalternità al sistema dell’informazione, specchio a sua volta di quel capitalismo a suffragio ristretto che rappresenta una delle ragioni, e non l’ultima, dell’arretratezza economica, politica e civile del paese. Di qui la sua estrema esposizione a tutte le mode e le suggestioni indotte dal circuito della comunicazione. Di qui dirigenti che parlano sempre più spesso come divi di Hollywood in tour promozionale, capaci di ripetere soltanto quanto amino l’Italia, le sue bellezze artistiche e i suoi struggenti paesaggi“.

Ma per chi vuole leggere questo non credo fondamentale documento, ecco il link:

http://www.ilpost.it/2010/09/11/documento-quarantenni-dalemiani-veltroni/

Annunci

Informazioni su lorismarchesini

55 anni, sposato con Loretta, bibliotecaria, e padre di Matteo, giornalista e scrittore. Lavoro come IT Architect in una grande multinazionale del settore ICT, sono laureato in storia moderna ed appassionato di ricerche storiche. Consigliere comunale e capogruppo PD nel tempo libero (poco ..)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...