Basta persecuzioni!


E’ il monito di Giorgio Napolitano, del nostro Presidente, con cui ha reagito alle ultime stragi di cristiani, uccisi per la loro fede religiosa da terroristi islamici in Egitto ed in Nigeria, nella notte di Capodanno: 21 morti (cristiani copti) ad Alessandria d’Egitto e 4 morti ad Abuja in Nigeria, dopo che il 24 dicembre, a Jos (Nigeria) erano state uccise altre 80 persone.

Nel messaggio di Napolitano a Papa Benedetto XVI per la 44^ Giornata mondiale della Pace (per cui Papa Ratzinger ha scritto il messaggio quest’anno dedicato a “Libertà religiosa, via per la pace”, a riprova della tragica attualità di questo problema) vi sono affermazioni importanti che approfondiscono alcuni concetti espressi nel messaggio agli italiani di ieri sera:

«L’annuale celebrazione della Giornata mondiale della Pace ha fornito a Vostra Santità l’occasione per porre all’attenzione dell’umanità intera l’essenziale tema della libertà religiosa, la cui attualità è resa ancor più manifesta dagli efferati episodi di violenza e dalle persecuzioni che hanno colpito, e tuttora interessano, la Comunità cristiana in varie aree del mondo e particolarmente in Iraq. Mi unisco, in proposito, al Suo accorato appello affinché tali forme di cruenta discriminazione abbiano a cessare, nel fermo convincimento che i diritti dell’Uomo vadano ovunque promossi, difesi e rispettati.  .. L‘inviolabilità del diritto di libertà religiosa è stata ratificata dai padri della Costituzione repubblicana. .. In molte parti del mondo assistiamo, ancora oggi, alla drammatica e sistematica violazione delle libertà individuali, di fronte alla quale non si può restare inerti. Auspico, in proposito, che il Suo rinnovato appello alla pace induca la Comunità internazionale ad una profonda riflessione, anche rispetto alle azioni da intraprendere nei confronti di quei Paesi che negano ai loro cittadini la libertà di professare il proprio credo. .. L’Italia, convinta sostenitrice dei profondi valori sanciti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo del 1948, non farà mancare la propria voce, in ambito internazionale, affinché la libertà di religione venga tutelata, in ogni possibile circostanza. .. Il Suo alto monito rispetto ai crescenti pregiudizi presenti in Occidente nei confronti dei cristiani assume inoltre, per noi italiani, una forza ed un significato ancor più pregnanti. .. Nel Suo messaggio per la celebrazione della giornata mondiale della Pace Ella ci ha inoltre ricordato che i cristiani sono attualmente il gruppo religioso che soffre il maggior numero di persecuzioni a motivo della propria fede. Questo allarmante dato non può che rafforzare la nostra convinta azione a favore delle numerose comunità cristiane che subiscono oggi prevaricanti discriminazioni in diverse aree del nostro pianeta. Con queste parole di speranza e nella certezza di rappresentare i più profondi sentimenti del popolo italiano Le rivolgo, Santità, un fervido e sincero augurio per la prosecuzione della Sua missione apostolica e nell’approssimarsi delle Festività di fine anno Le rinnovo i più sinceri e calorosi auguri di un sereno Natale e un Felice Anno Nuovo».

E’ davvero un periodo molto brutto per le persecuzioni religiose, in particolare rivolte contro i cristiani. Ma se una religione subisce persecuzioni, tutte le religioni sono in pericolo, la libertà religiosa come diritto dell’uomo è minacciata.

Nel nostro Consiglio Comunale di Anzola dell’Emilia non è un caso se già due volte, nel 2010, abbiamo discusso ed approvato degli OdG per condannare le stragi di cristiani in Egitto (gennaio) e Iraq, Pakistan (poche settimane fa).

L’Agenzia Fides pubblica alla fine dell’anno l’elenco degli operatori pastorali che hanno perso la vita in modo violento nel corso degli ultimi 12 mesi. Secondo le informazioni diffuse, nell’anno 2010 sono stati uccisi 23 operatori pastorali: 1 Vescovo, 15 sacerdoti, 1 religioso, 1 religiosa, 2 seminaristi, 3 laici.

Come scrive Papa Ratzinger nel suo messaggio, la libertà religiosa è anche una questione di giustizia e di civiltà: il fondamentalismo e l’ostilità contro i credenti pregiudicano la laicità positiva degli Stati:

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/messages/peace/documents/hf_ben-xvi_mes_20101208_xliv-world-day-peace_it.html

E’ un segno di speranza l’annuncio che oggi ha fatto il Papa Benedetto XVI: in ottobre andrà ad Assisi per rinnovare l’incontro con le altre religioni, come fece Giovanni Paolo II nel 1986. Quindici anni fa, il 27 ottobre 1986, fu infatti convocata da Giovanni Paolo II una Giornata mondiale di preghiera per la pace, ad Assisi, a cui presero parte i rappresentanti di tutte le grandi religioni mondiali. Vi parteciparono 50 rappresentanti delle Chiese cristiane (oltre ai cattolici) e 60 rappresentanti delle altre religioni mondiali. Per la prima volta nella storia si realizzava un incontro come questo.

 

 

Annunci

Informazioni su lorismarchesini

55 anni, sposato con Loretta, bibliotecaria, e padre di Matteo, giornalista e scrittore. Lavoro come IT Architect in una grande multinazionale del settore ICT, sono laureato in storia moderna ed appassionato di ricerche storiche. Consigliere comunale e capogruppo PD nel tempo libero (poco ..)
Questa voce è stata pubblicata in I maestri. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Basta persecuzioni!

  1. Roberto Grendene ha detto:

    La libertà religiosa e’ violata dalla religione dominante.
    Questo dovrebbe essere chiaramente detto.
    Gli attentati di oggi sono opera di fanatici religiosi.

    Invece si smerciano come pericoli per l’umanità e per la libertà religiosa l’ateismo, il relativismo, il laicismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...