A Bologna le libertà sono nate e animano ancora la città


Risposta al ministro Sacconi che considera Bologna “una città di poca tradizione liberale”

Lunedì 7 febbraio il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, ha parlato a Bologna durante un incontro con dirigenti PDL. E ha subito dimostrato di non amare la nostra città e di non conoscerne la storia e la sua identità attuale.

Sacconi ha dichiarato: “questa manifestazione a Bologna si svolge alla vigilia di un importante Consiglio dei ministri, quello di mercoledì mattina, dedicato alle riforme liberali. Siamo, quindi, emblematicamente qui, in una città di poca tradizione liberale, per parlare di riforme di cui beneficerà, però, anche Bologna e l’Emilia nonostante i suoi gruppi dirigenti di poca culturale liberale”.

Non è tanto sulle scontate critiche e denigrazioni ai dirigenti del PD e del centrosinistra che mi viene da rispondergli, vorrei invece ricordargli qual è la storia di Bologna, intrisa di conquiste di libertà, e cosa sono ora Bologna e la società bolognese, come Bologna viene riconosciuta a livello nazionale, europeo, globale.

Sacconi dimentica, tanto per iniziare, che lo stemma della Città di Bologna contiene due volte la parola “Libertas”, il vero e proprio scudo del popolo e della sua libertà. Nel 1088 fu fondato lo “Studium” di Bologna, prima Università degli studi del mondo, libera e laica organizzazione fra studenti che sceglievano e finanziavano in prima persona i loro docenti. E questa è oggi la prima università italiana nel ranking mondiale. Nel 1256, con il “Liber Paradisus”, Bologna, per la prima volta al mondo, rendeva liberi uomini i suoi schiavi. Il 21 aprile del 1945 la città di Bologna veniva liberata dal terrore nazifascista dai partigiani e dagli alleati. Nel 1955 una delle università più prestigiose al mondo, la Johns Hopkins University decide di aprire una sua sede in Italia e sceglie Bologna. A Bologna è stata fondata negli anni ’60 l’associazione di cultura liberale “Il Mulino” e la sua casa editrice. Con il grande contributo di Nicola Matteucci, uno dei massimi teorici del costituzionalismo liberale del Novecento. A Bologna ha insegnato, abita Romano Prodi, un cattolico liberale. Nel marzo 2002 a Bologna è stato ucciso dalle BR un bolognese apprezzato a livello nazionale, un liberal-socialista (consulente e collaboratore dello stesso Sacconi), Marco Biagi. Nel 2000 Bologna è stata nominata capitale europea della cultura, cioè di un continente di cultura liberale. L’organizzazione GaWC ( Globalization and World Cities) ha inserito Bologna fra le 100 città “globali”. L’Emilia Romagna, con capitale Bologna, è stata considerata in questi anni, la prima Regione italiana per la libertà economica. La Fiera di Bologna è una delle tre maggiori in Italia ed alcune rassegne hanno una grande importanza internazionale.

Non credo sia necessario aggiungere altro per confutare questa offesa a Bologna e questa definizione superficiale della sua identità e della sua storia. Ma evidentemente non c’è da stupirsi di queste dichiarazioni di Sacconi, esponente di primo piano del “Popolo delle Libertà”. Se la parola libertà è quella declinata nel nome del suo partito, non c’è speranza, visto che di liberale non ha nulla.

«Il liberalismo consiste in una situazione di possibilità per l’uomo di scegliere, esprimere e diffondere i propri valori, sia morali che politici, per realizzare se stesso»

(Nicola Matteucci, Dizionario di politica, voce “Liberalismo”)

 

Annunci

Informazioni su lorismarchesini

55 anni, sposato con Loretta, bibliotecaria, e padre di Matteo, giornalista e scrittore. Lavoro come IT Architect in una grande multinazionale del settore ICT, sono laureato in storia moderna ed appassionato di ricerche storiche. Consigliere comunale e capogruppo PD nel tempo libero (poco ..)
Questa voce è stata pubblicata in Il mio territorio, La politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a A Bologna le libertà sono nate e animano ancora la città

  1. Pingback: Links for 09/02/2011 | Giordani.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...